Azioni anticrisi: accordo tra Provincia, imprese e sindacati

TERAMO – Strategie anticrisi: in Provincia è stato sottoscritto un documento di indirizzo riguardante i finanziamenti, le procedure e le opere pubbliche da sbloccare firmato da imprenditori edili, sindacati di categoria e ordini professionali. L’impegno assunto al termine della riflessione, informa una nota, è stato quello di accelerare le procedure per dare avvio ai lavori pubblici già programmati e di affrontare la questione della regolarità e della celerità dei pagamenti rimanendo nei limiti imposti dal Patto di Stabilità.  L’incontro è stato convocato dal presidente della Provincia, Ernino D’Agostino, per un confronto con l’Ance, l’Apiedil, la Cna, la Confartigianato, l’Ordine degli Architetti, il collegio dei geometri e i sindacati di categoria degli edili alla presenza del vicepresidente con delega alla viabilità, Giulio Sottanelli. “E’ chiaro che i finanziamenti a disposizione dell’Abruzzo e delle quattro Province sono assolutamente insufficienti rispetto a quanto sarebbe necessario – ha dichiarato il presidente D’Agostino –  ma, proprio per questo, occorre sbloccare subito il piano degli investimenti dando assoluta priorità alle opere già cantierabili, soprattutto se di piccola e media dimensione, in grado di attivare tempestivamente effetti positivi sull’occupazione e sulla produzione”. I contenuti del documento di indirizzo anticipano i temi che saranno affrontati in vista dell’incontro fra le quattro Province e il presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, fissato per il prossimo 7 aprile. Tra gli impegni assunti dalla Provincia figurano la definizione di un pacchetto progettuale sull’edilizia scolastica in maniera da intercettare le opportunità derivanti dal piano anti-crisi del Governo, la costituzione di una task-force anticrisi con il coinvolgimento della Camera di Commercio,  il monitoraggio, attraverso la Conferenza dei Sindaci,  delle opere pubbliche e il tema della celerità dei pagamenti alle imprese.

Leave a Comment