Mordente trascina Milano sulla BancaTercas (97-88)

MILANO (legabasket) – Davanti ad un PalaLido tutto esaurito Milano conquista la sesta vittoria consecutiva in campionato ma soprattutto aggancia al terzo posto proprio la BancaTercas. I milanesi devono ringraziare un ottimo Hawkins (21 punti e 9 di questi ai liberi) ben coadiuvato da uno strepitoso Mordente (4 su 5 da tre punti) ed anche da un positivo Maurice Taylor (10 punti con 2 triple). In casa biancorossa non sono bastate la concretezza di Brown (19 punti e 10 rimbalzi) e la classe di Peppe Poeta (17 punti con 7 falli subiti) a ribaltare l’andamento degli ultimi minuti e a dare una vittoria che avrebbe regalato ai teramani il terzo posto solitario, anche se solo per una notte. Teramo nei primi minuti parte subito meglio e, con l’ atletismo di Brown (8 punti nel quarto) e le penetrazioni di Poeta, prende il primo vantaggio significativo (4 a 10 dopo 4’) costringendo Piero Bucchi al primo e immediato time-out. Gli abruzzesi riescono sempre a tenere in apprensione la difesa medeghina grazie ai rimbalzi offensivi e alla pressione tutto campo (7 a 15). L‘ingresso dell’ex Nba Maurice Taylor rida un po’ di verve all’Armani che, con un 5-0 (compresa una tripla del teramano doc Mordente), recupera punti preziosi (15-21 dopo i primi 10’). Nel secondo quarto Taylor e Katelynas confezionano un altro break di 6-0 che riapre l’incontro (23-26 al 16’). Un’altra tripla di Mordente (4 su 4 di squadra) ed una di Luca Vitali in brevissimo tempo, portano per la prima volta in vantaggio i biancorossi di casa (29-28). Sei canestri da 3 sui 7 tentati (3 realizzati da Mordente) nel quarto da Milano. La prima metà di gara termina con una tripla allo scadere di Lulli che regala il -1 a Teramo (39-38 il finale). Al ritorno dalla prima metà di gara, dopo 6’ giocati in perfetto equilibrio, quattro tiri liberi concessi a Teramo portano il primo allungo significativo degli ospiti (57 a 52). Un nuovo parziale di 7-0 condito da una tripla di Price riporta i milanesi in vantaggio (59 a 57). Poeta però tiene sempre a stretto contatto i suoi e con le sue magie regala il -3 alla BancaTercas (65-62). La gara vive ancora sul filo dell’equilibrio fino a quando un parziale di 8-0 con due ennesime triple (una di Taylor ed una di Vitali) dell’Armani ed un tap-in di Hall, consentono alla squadra di Bucchi di andare fino al +8 (77-69). Contro break di Teramo che con Poeta risale fino al -3 (77-74). Quando il cronometro segna due minuti alla fine dell’incontro l’allungo decisivo di Milano che grazie ad una schiacciata in contropiede di Hawkins si porta sul +8 (86-78). I falli sistematici della squadra di Capobianco servono solo a completare il risultato (97-88), un risultato che sorride solamente ai padroni di casa che vincono cosi’ una gara fondamentale per la rincorsa alla miglior posizione possibile in vista dei play-off.
Lo scout della partita:
Armani Jeans Milano-BancaTercas Teramo 97-88 (15-21, 39-38, 65-62)
Armani: Hall 7, Sow 4, Mordente 12, Vitali 12, Mason Rocca 8, Price 7, Hawkins 21, Katelynas 9, Sangarè 5, Taylor 10. N.e. Micevic, Beard. All. Bucchi:
BancaTercas: Hoover 7, Brown 19, Carroll 16, Poeta 17, Amoroso 3, Jaacks 4, Piazza 2, Lulli 3, Cerella, Moss 17. N.e. Laquintana, Marzoli. All. Capobianco.
Arbitri: Paternicò, Giansanti, Lo Guzzo.
Note: tiri liberi, Milano 23/29, Teramo 21/31; tiri da tre, Milano 12/25, Teramo 7/23; rimbalzi, Milano 34, Teramo 33. Usciti per 5 falli: Price e Moss.

Leave a Comment