Il primo bilancio è di più di 10 morti

TERAMO – Mentre nell’aquilano il primo bilancio è di più di 10 morti,  viene evidenziato che la scossa della notte è stata quasi di 9 per la scala Mercalli e che il terremoto è "superficiale", cioè a solo cinque chilometri di profondità, dunque più sentito e a rischio. Mentre gli esperti avvertono che le scosse di assestamento proseguono e proseguiranno per molto tempo, ci si organizza per l’accoglienza delle persone che, certamente, dovranno abbandonare la propria casa (oltre naturalmente per quelli che hanno l’abitazione danneggiata). Questo per consentire le verifiche indispensabili degli stabili. E’ molto probabile l’organizzazione di un vero e proprio campo, mentre gli hotel della costa, anche teramana, stanno riaprendo in queste ore per la sistemazione dei tanti sfollati. Bertolaso ha annunciato che il presidente Berlusconi sta per firmare l’emergenza nazionale. Appello ai volontari di tutta la nazione perchè vengano a soccorrere gli abruzzesi.

Leave a Comment