L’Aquila: la zona di via xx Settembre colpita al cuore

L’AQUILA – In via Campo di Fossa c’è un palazzo di 5 piani completamente raso al suolo. Degli abitanti non c’è ancora alcuna notizia. E’ solo una notizia, una delle tante, una notizia parziale ma rende purtroppo l’idea della situazione aquilana. La zona più colpita, come noto, è quella di viale xx Settembre. Proprio qui si lavora a mani nude, si scava (con la spontaneità della disperazione, coordinati dal vicepresidente del Consiglio regionale, un medico, Giorgio De Matteis). Si rincorrono speranze (in questi minuti una ragazza segnala la propria presenza sotto le macerie e guida i suoi salvatori gridando"Mi sentite"?), intanto una signora di mezza età viene estratta sana e salva dal cumulo di un palazzo a tre piani di cui ne è rimasto in piedi uno. Proprio lì dovrebbero esserci sicuramente due uomini, adulti, che però non si vedono ancora. Ma di materassi insanguinati invece ne saltano fuori tanti. E poco più in là resta l’incubo della casa dello studente, con tutti quei giovani là sotto. Alcuni feriti vengono estratti, altri stanno bene. Di altri ancora non si sa nulla.Secondo fonte Ansa il nuovo bilancio dei carabinieri parla di più di 20 vittime, tra cui 5 bambini, per il sisma nell’Aquilano. Ora parte dell’assistenza viene fatta per strada. Verso L’Aquila sono diretti aiuti dalla protezione civile. La popolazione, come abbiamo detto, collabora con i vigili del fuoco e le forze dell’ordine per soccorrere le persone intrappolate tra le macerie o rimaste senza casa.

Leave a Comment