100 progetti affidati alle 100 Province italiane. Berlusconi ancora a L’Aquila

L’AQUILA –  "Momenti di orgoglio per come siamo stati tempestivi noi Italiani. Forze armate pronte e grande rapidità di intervento". E’ la sintesi del bilancio dell’attività di questi giorni da parte del ministro La Russa, mentre l’assessore Daniela Stati annuncia l’apertura di un grande centro di stoccaggio all’interporto di Avezzano. Da segnalare le visite a sorpresa di Franceschini e Di Pietro. E il ministro Maroni ha già annunciato che si scaverà fino al giorno di pasqua. Nel frattempo è in corso una conferenza stampa del presidente Silvio Berlusconi, che ha subito aggiornato i numeri della tragedia: le vittime identificate sono 251, quelle da indentificare 9. 100 cantieri da affidare alle 100 Province italiane, con una responsabilità stretta, in gara, sui tempi della ricostruzione.  E’ la novità della visita odierna. E poi ancora l’idea di "new town" (non sostituire la vecchia città ma affiancarla) e poi sono allo studio proroghe e agevolazioni per i mutui in corso. Ha sorriso, Berlusconi, a tratti, sottolineando che non dorme da 24 ore e che si tratta di fatto di rilievo visti i suoi "35" anni. Si compiace, il presidente del Consiglio per il coraggio, la forza, il cuore, l’efficienza degli uomini che stanno sulla tragedia da lunedì all’alba. Da Chiodi, a Bertolaso, alle autorià provinciali e comunali, all’esercito, a tutte le forze dell’ordine, ai sanitari, ai volontari. Addolorato per le vittime dice però "Ho avuto paura, sorvolando la zona, che si potesse arrivare oltre le mille vittime". Fa riferimento alle stesse capacità messe in campo nell’emergenza rifiuti a Napoli e spiega che è perfettamente funzionante il termovalorizzatore di Acerra.

Leave a Comment