Teramo si prepara a un’altra notte. Forse più serena

TERAMO –  Mentre Teramo si appresta a vivere una nuova notte, seppur forse più serena, dormita fuori casa, per alcuni nella tendopoli dell’Acquaviva, per i più fortunati in casa di amici, il Commissario prefettizio rivolge gli auguri a tutti. E’ un pensiero breve, tipico forse del personaggio e certamente del ruolo ma rende bene il clima di vicinanza che queste giornate di dolore creano tra le persone e tra le persone e le istituzioni. Ecco cosa scrive Leopoldo Di Mattia ai suoi "temporanei" concittadini. "Nel condiviso momento di dolore con la cittadinanza teramana, desidero esprimere l’augurio che, con la Pasqua di Nostro Signore Gesù, risorgano anche la speranza e la rinascita della prostrata popolazione e della esausta terra d’Abruzzo".

Leave a Comment