Il calcio abruzzese si interroga sul proprio futuro

TERAMO_ Che fine farà la stagione calcistica abruzzese? L’interrogativo si pone ed il comitato regionale della Lega Dilettanti (opera in un albergo a Montesilvano dopo che le due sedi aquilane storiche di via Caponeschi e Sallustio son inagibili) dovrà prima o poi pronunciarsi. Intanto in Eccellenza L’Aquila ha fatto intendere pure a chiare lettere che non ricomincerà a giocare, ma al di la della decisione societaria c’è il problema dei campi che sono tutti occupati dalle tendopoli, anche il Teramo che dovrà affrontare l’Amiternina in trasferta segue con attenzione l’evolversi della vicenda restando in attesa di conscoere dovrà dovrà disputare l’incontro. Molte società d’Eccellenza si sono pronunciate sulla promozione diretta de L’Aquila e Miglianico e stop del campionato. Bisogna infatti considerare che Aquila e Miglianico vantano 6 punti di vantaggio sul San Nicola Sulmona terzo in classifica. Di conseguenza, si potebbe verificare l’ipotesi di play-off allargati fino alla sesta posizione (Sulmona, Castel di Sangro, San Nicolò e Penne). Intanto trova conferma quando era circolato in precedenza anche il calciatore del Teramo Aldo Di Corcia è fra quelli che ha perso la casa. Dunque si ricomincerà a gicoare il 26 aprile. Ma come?

Leave a Comment