Laurea ad honorem per Lorenzo Cinì

TERAMO – Laurea ad honorem a Lorenzo Cinì, il ragazzo di Montorio morto la notte del 6 aprile insieme ad Arianna Pacini, la sua fidanzata, anche lei di Montorio e vittima del terremoto. Oggi a L’Aquila ci saranno le prime lauree dopo il terremoto. Ventisette studenti del corso triennale in Fisioterapia stanno discutendo le tesi sotto due grandi tende azzurre della Protezione Civile, montate in un parcheggio della cittadella universitaria. Le palazzine dell’ateneo hanno infatti subito gravi danni a causa del sisma. Alle 14 saranno consegnati ventotto diplomi. “Oggi non ci sara’ un ‘piu’ bravo’: li considereremo tutti primi" ha dichiarato il professor Antonio Carolei, presidente del Corso di laurea. "Abbiamo voluto mantenere fede alla nostra missione. E’ un atto dovuto – continua il docente – nei confronti degli studenti che hanno creduto all’universita’. Le attivita’ devono andare avanti anche se siamo stati colpiti nelle persone e nelle strutture". Chiaro il riferimento del professor Carolei a Lorenzo Cini’, che il prossimo primo giugno avrebbe compiuto 23 anni. "Aveva gia’ dei progetti per iniziare il suo nuovo futuro “ ha dettp il padre del ragazzo scomparso, Franco Cini’, che questa mattina e’ venuto a L’Aquila da Teramo. "Lorenzo – prosegue – aveva delle belle intenzioni. Era un ragazzo allegro, simpatico, amico di tutti. Sarei venuto con lui, sono venuto da solo".

Leave a Comment