Teknoelettronica, che peccato!

FASANO – La Teknoelettronica può veramente dire peccato per questa sconfitta sul campo del Fasano. Esce sconfitta (22-24) ma a testa alta la squadra biancorossa, capace di recuperare dopo due avvi di tempo disastrosi e giocando una partita in cui gli avversari in campo non erano sette ma… nove. Inutile soffermarsi più di tanto sul duo Chiarello e Pagaria, già purtroppo noti al pubblico teramano e agli addetti ai lavori della pallamano. Possa bastare solo un dato: nel primo tempo, chiuso in vantaggio dalla formazione pugliese per 13-10, i direttori di gara hanno concesso ben 7 rigori ai padroni di casa, che alla fine ne conteranno 11 contro i 3 dei teramani. Nonostante ciò Corrado e compagni si sono battuti come leoni, credendo  nella rimonta anche quando sono finiti sotto i 5 (1-6) in partenza e anche di 6 (12-18) ad inizio ripresa. Grazie alle buone prove di Limoncelli e Maretic sugli altri, ma in complesso di tutto il team, i teramani possono ben credere nella possibilità di rimonta nel match di ritorno, in programma a Teramo, al Palagiorgiobinchi, molto probabilmente il 1° maggio alle 19 invece che per il previsto 2 maggio. Chi soccomberà nel confronto diretto tra Fasano e Teknoelettronica incontrerà nella finale per non retrocedere, con il vantaggio di due incontri su tre in casa, l’Al.Pi. Prato che oggi è stata sconfitta anche in casa dall’Albatro Siracusa (26-30) che così si è salvata direttamente. Nell’altro incontro della giornata, il Gammadue Secchia ha battuto l’Italgest Casarano (26-22) e ha conquistato il diritto a giocare la bella in Salento il prossimo 2 maggio. Questo il tabellino della Teknoelettronica nel match di oggi:
Di Marcello Pierluigi, Di Marcello Andrea 2, Maretic 4, Rispoli Valerio 2, Maiella, Rispoli Adriano 2, Salmin 5, Angeletti, Corrado, Kajtez 1, Maraldi 3, Limoncelli 3.

Leave a Comment