Berlusconi ancora all’Aquila conferma case prima dell’inverno

L’AQUILA – Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi è statoall’Aquila nel pomeriggio. Per la decima volta, dal terremoto, Berlusconi è tornato in Abruzzo per seguire da vicino l’attività dei soccorsi e dell’organizzazione dei campi oltre che per specifiche riunioni sulle prime fasi dei programmi di ricostruzione. Alle 16.50, da Napoli, il Presidente del Consiglio è atterrato in elicottero a Coppito, ha proseguito in auto fino a piazza Duomo, al centro dell’Aquila, e ha poi cominciato un sopralluogo. Si apprende che sono  pronte le ordinanze con cui i 49 sindaci delle zone del sisma individueranno le famiglie destinatarie di nuove case da costruire subito. Saranno loro a indicare gli inquilini per gli appartamenti da affittare e di cui lo Stato paga il canone di locazione. I nuovi appartamenti da costruire dovrebbero essere completati prima dell’inverno. Lo ha affermato il presidente del Consiglio aggiungendo che "é partita la macchina per la costruzione di case per 13.000 persone". "Il nostro impegno – ha aggiunto incontrando i giornalisti  – sarà quello di ultimarle prima dell’avvento del freddo, cioé entro la fine del mese di ottobre. E’ quasi miracoloso – ha sottolineato – ma abbiamo buone probabilità di farcela e la volontà di farcela". Quanto alla new town "abbiamo scartato immediatamente questa ipotesi", ha spiegato aggiungendo che "abbiamo già individuato con il sindaco e con il presidente della Regione, 14 aree intorno all’Aquila dove realizzeremo dei quartieri di case di due-tre piani, assolutamente in linea con lo sky line della provincia".

Leave a Comment