«Concerto lirico di Primavera» a favore della popolazione aquilana

TERAMO – Dare un segnale di continuità dopo il sisma che ha sconvolto l’Abruzzo e l’occasione di una raccolta fondi per i terremotati dell’Aquila sono gli obiettivi di fondo alla base del "Concerto Lirico di Primavera" promosso dalla Fondazione Tercas nell’ambito del progetto Fondazioni all’Opera 2009. L’appuntamento, la cui produzione esecutiva è affidata alla Primo Riccitelli, è previsto il 22 maggio alle 21 al Teatro comunale di Teramo. Il programma proposto spazia nel panorama lirico di fine 700 e 800 con autori e arie tra i più familiari del repertorio operistico quali Mozart, Bellini e Verdi ma anche Donizzetti e Puccini. Cast d’eccezione quello dei cantanti, composto dal soprano Carmela Remigio, partner prediletta anche da Luciano Pavarotti, dal baritono Giovanni Meoni, astro della scala di Milano e dal tenore Aldo Di Toro, già noto al pubblico teramano per la sua presenza alle precedenti stagioni liriche. Il trio, l’orchestra e il coro saranno diretti da Marcello Bufalini, docente del conservatorio dell’Aquila, struttura provata dalla tragedia morale subita dopo il sisma. A questo proposito, come reso noto nella conferenza stampa di presentazione, il ricavato dei biglietti, già disponibili e al costo di 15 euro, sarà devoluto interamente alle popolazioni colpite dal terremoto. Il concerto, come spiegato dal presidente della fondazione Tercas, Mario Nuzzo, rientra nell’ambito delle iniziative messe in campo dal sistema delle fondazioni abruzzesi, tra cui figura la realizzazione di una struttura destinata alla riattivazione degli uffici amministrativi dell’Università dell’Aquila e una mostra fotografica allestita dalla fondazione “Genti d’Abruzzo”  sull’Aquila vista come era e come è adesso. Oltre la finalità benefica, il "Concerto Lirico di Primavera" intende mantenere nel tempo il valore del programma culturale messo in campo dalla Fondazione Tercas legato all’abruzzesità e alla teramanità della produzione lirica.

Leave a Comment