Nuovo provvedimento di sgombero del palazzo della Provincia

TERAMO – Un nuovo provvedimento di sgombero del Palazzo della Provincia di via Milli è stato emanato dal commissario straordinario del Comune di Teramo in seguito a un secondo sopralluogo effettuato per la verifica delle criticità strutturali dell’ente. Il commissario, Leopoldo Di Mattia, revocando la precedente ordinanza, ha emesso un nuovo provvedimento  in cui ordina alla Provincia “lo sgombero delle persone dall’immobile” (già sgomberato in precedenza) e il “divieto assoluto di farvi accedere chiunque, senza la preventiva autorizzazione da parte del settore dei Lavori pubblici e Protezione civile del Comune, fino a quando non saranno attuate e verificate dagli organi competenti le opere strutturali di miglioramento e adeguamento sismico dell’edificio”. I rilevatori della Protezione civile, informa una nota, dopo l’ulteriore sopralluogo del palazzo di via Milli, hanno sottolineato che “il sisma ha acuito la sua instabilità” e pertanto consigliato interventi strutturali di adeguamento sismico che la Provincia aveva già programmato. La sede, ricorda il comunicato, è stata sgomberata in seguito ad una prima ordinanza emessa dal Comune dopo il terremoto del 6 aprile.

Leave a Comment