Venturoni: «300 posti letto entro ottobre»

L’AQUILA – Entro il mese di ottobre all’Aquila saranno disponibili 300 posti letto. Lo assicura Lanfranco Venturoni, assessore alla sanità della regione Abruzzo, incontrando questa mattina il sottosegretario al welfare, Fazio, nella caserma della Gdf a Coppito. Venturoni ha spiegato che l’ospedale aquilano San Salvatore resta inagibile, ma che una parte dei padiglioni potrebbero essere recuperati  e qui sistemare nuovi posti letto entro la fine di ottobre. «Entro giugno recuperiamo di sicuro 100 posti in tre padiglioni e riapriremo così la rianimazione e il centro trasfusionale – ha spiegato Venturoni -. A metà mese se ne aggiungeranno altri 80, grazie all’ospedale mobile previsto per il G8 al posto dell’attuale ospedale da campo: ci sarà anche una sala operatoria attrezzata». Il problema più grande resta il blocco delle attività operatorie. Per l’assessore regionale l’ipotesi è quella di utilizzare le strutture della clinica Villa Letizia, che ha 120 posti letto. Infine secondo una prima stima, i danni all’ospedale San Salvatore ammonterebbero a 140 milioni di euro. «Per la ricostruzione – ha concluso Venturoni
– si pensa ad un utilizzo di fondi ad hoc».

Leave a Comment