Atletico battuto in casa dal Pesaro

ATLETICO TERAMO De Bartolomeis, Silva Lombardi, Leonci, Salomao, Vischia, Repetto, Antonelli, Amoroso, Corregiani, Mattar Barbosa, Filò, Vinicius Lara. All. Valente A. ITALSERVICE PESARO FIV Della Martera, Casisa, Magnoni, Brualdi, Russo, Valente D., Deco, Tavoloni, Wellington, Bruscolini, Baldelli, Mombello. All. Tavoloni. ARBITRI: Antonio Gallo di Torre Annunziata e Nicola Mantovani di Gallarate (cronometrista Andrea Sabatini di Bologna)RETI: 25’13” Antonelli (PF), 38’56” Wellington (PF). Vincere in casa di una formazione che abita al piano di sopra era pressoché impossibile anche per il più inguaribile degli ottimisti. Vincere però no, visto che che Pesaro ha espugnato la tana del Teramo con una prova convincente. Il 5-12 dell’andata – forse bugiardo nelle proporzioni ma pesante come un macigno – elimina i biancorossi e fa andare avanti gli abruzzesi. A Teramo, la gara dei rossiniani è accorta. Il 2-0 esterno, griffato Tavoloni e Wellington, non può che soddisfare l’entourage pesarese.Le reti che hanno decretato la vittoria del Pesaro sono arrivate entrambe nella ripresa. Dopo un primo tempo con qualche occasione ma zero reti (altro che il 4-5 dell’andata), mettere la freccia è Tavoloni. Il player manager come al solito incanta, e supera il portiere avversario Filò dopo un uno-due con Wellington. Il 2-0 è proprio di Wellington, glaciale dai 10 metri del tiro libero (piazzato dai 10 metri).

Leave a Comment