La Tekno prova a chiudere i conti a Prato

TERAMO – Alle 17 di oggi al Palaconsiag di Prato, la Teknoelettronica Teramo potrebbe chiudere i conti per il discorso salvezza: contro l’Alpi, in gara-2 di finale play out, ha due risultati a favore, il pareggio e la vittoria. Centrarne uno dei due significherebbe conquistare la permanenza in Serie A d’Elite ed evitare la bella a Teramo del 23 maggio. L’obiettivo è alla portata dei teramani, saliti in Toscana ieri e allenatisi in serata a Poggio a Caiano. Nella comitiva biancorossa si cerca di recuperare Kocic, Limoncelli e Maraldi, tutti e tre alle prese con risentimenti più o meno gravi, "bottino" rimediato nel corso della prima gara, una settimana fa, al Palabinchi e vinta dalla Tekno 27-26. Ancora 60 minuti di passione, insomma, sperando al termine di poter gioire per qualcosa che equivale a un secondo promozione consecutiva per la Teknoelettronica, matricola di questa difficilissima Elite. Che sia un campionato complesso e anche indecifrabile, lo testimonia l’esito della gara-2 della finale scudetto di ieri sera, che ha sancito la vittoria del Casarano sul Conversano (35-26). I salentini, Campioni in carica, hanno confermato la vittoria di sette giorni prima in casa degli avversari, ribaltando un pronostico che voleva i conversanesi formazione dominatrice del campionato e che finora aveva vinto Handball Trophy e Coppa Italia (sempre in finale contro il Conversano). Per il Casarano si tratta del terzo scudetto consecutivo.

Leave a Comment