D’Agostino:"Provincia virtuosa e senza sprechi"

TERAMO – in tutta la provincia di Teramo c’è un unico comune che non ha ancora approvato il bilancio di previsione: è quello di Notaresco, di cui è sindaco Valter Catarra. Lo ha detto in conferenza stampa Ernino D’Agostino, contrapposto, alla guida del centro sinistra, a Catarra nella candidatura a presidente della Provincia di Teramo. Sui comportamenti di Catarra interviene anche un altro candidato, il vice uscente di D’Agostino, che insinua che Catarra debba far approvare un aumento consistente della tassa sui rifiuti e che dunque, per non irritare la cittadinanza prima delle elezioni, non porti ancora la previsione di bilancio in Consiglio con le conseguenti difficoltà di amministrare che ne derivano. E all’antagonista D’Agostino rimprovera anche altro, per indicare l’inadeguatezza all’amministrazione dell’ente Provincia: non è vero che in Provincia ci sono più amministrativi che tecnici, così come è invece vero che la Provincia guidata da D’Agostino è virtuosa. Proprio oggi, nell’approvazione del conto consuntivo, si è registrato un risparmio per la spesa corrente di oltre due milioni di euro, così come i dirigenti, come i settori, sono scesi da 13 a 12 (Ascoli ha 24 dirigenti), così come il presidente non ha mai avuto staff ma si è sempre avvalso di dipendenti dell’Ente, così come i costi per gli emolumenti di consiglieri (gettoni di presenza) e amministratori provinciali è il più basso d’Abruzzo e tra i più bassi d’Italia.

Leave a Comment