Il proiettile gli ha lacerato il cuore ma è salvo

TERAMO – E’ durato oltre quattro ore l’intervento di cardiochirurgia al quale è stato sottoposto Francesco M., il ristoratore 43enne di Giulianova al quale hanno sparato nel corso di una tentata rapina nella serata di ieri a Corropoli. L’intervento è stato necessario per rimuovere il proiettile di pistola dalla cavità pericardica, che nel suo tramite all’interno del corpo aveva lacerato il ventricolo sinistro nella zona della punta del cuore e provocato un emopericardio con tamponamento del cuore. L’equipe di cardiochirurgia, diretta dal primario Alessandro Mazzola, ha eseguito l’intervento in circolazione extracorporea, portandolo a temine con successo, con l’estrazione del proiettile e la riparazione della lunga lacerazione del cuore. Il decorso post-operatorio del paziente viene definito regolare con una buona emodinamica. Il ristoratore è ricoverato in rianimazione cardiochirurgica e la sua prognosi è riservatissima.

Leave a Comment