Livia Turco: "La politica torni a riferirsi ai valori della solidarietà"

TERAMO – Un bilancio positivo quello tracciato del presidente uscente della Provincia di Teramo, Ernino D’Agostino, emerso nel corso di un incontro avuto col mondo dell’associazionismo e del volontariato convocato alla Casa del Mutilato al quale è intervenuto l’onorevole del Pd, Livia Turco, attualmente capogruppo del Pd in commissione Affari sociali della Camera. L’iniziativa è stata convocata da D’Agostino, ricandidato per il centrosinistra alla guida dell’ente, per fare il punto sulle proposte, le criticità e per ricevere stimoli dall’associazionismo. D’Agostino ha illustrato orgoglioso l’impegno e le spese sostenute nel corso del suo mandato per le politiche sociali, spese che secondo il presidente hanno dato vita a progetti di eccellenza in numerosi campi, come quello del microcredito concesso alle famiglie sulla fiducia e a tassi simbolici, l’attivazione del Centro Antiviolenza presso il quale hanno trovato assistenza 57 donne, o la messa a disposizione di sedi provinciali per lo svolgimento delle attività di numerose associazioni. Grande apprezzamento ha manifestato l’onorevole Livia Turco, per Ernino D’Agostino “persona di cui ha conoscevo già le capacità e la disponibilità nei confronti dei cittadini. Mi rallegra adesso – ha proseguito Livia Turco – apprendere il valore degli interventi messi in campo sul sociale da D’Agostino in un momento di riduzioni drastiche operate dal governo centrale, ma anche regionale, ai fondi per il sociale, la cultura e l’istruzione”. “Non è facile investire nel welfare, nel sociale, quando tutti i livelli istituzionali vanno in direzione diversa – ha dichiarato Livia Turco – al presidente uscente va il merito di aver creduto nei valori della solidarietà e della democrazia. Questi valori – ha infine dichiarato l’onorevole per scongiurare la sfiducia e l’astensionismo – sono gli stessi a cui tutti dobbiamo riferirci per vincere la battaglia della costruzione del senso civico e tornare a guardare la politica come un bene comune”.

Leave a Comment