Bancatercas e Teramo basket insieme fino al 2012

TERAMO – Bancatercas sarà il main sponsor del Teramo basket fino al 2012. Lo ha annunciato questa mattina il presidente dell’Istituto di credito teramano, alla presenza del direttore generale Antonio Di Matteo e al presidente della società Carlo Antonetti (nella foto). Nisii ha spiegato che, «visti i risultati conseguiti sul campo e il grande ritorno di immagine, nella considerazione che il progetto iniziale su base triennale va ulteriormente sviluppato e consolidato, il contratto triennale va prorogato di un altro anno, fino al 30 giugno 2012. In questa maniera – ha aggiunto il presidente di Bancatercas – diamo modo alla società di programmare con maggior sicurezza il futuro sportivo». E’ stato il direttore generale Di Matteo a sottolineare la fortunata scelta di marketing adottata dall’Istituto: «L’abbinamento commerciale con il Teramo basket – ha detto – ci ha soddisfatto pienamente e ci ha dato un ritorno che sapevamo importante alla vigilia ma non così forte. Per Bancatercas si tratta di una operazione di investimento, che lega il nome non solo a una realtà sportiva di spicco ma che eleva anche il territorio di riferimento». Il presidente Nisii ha colto l’occasione per complimentarsi con il presidente Antonetti per il risultato ottenuto dalla squadra, con la storica conquista della qualificazione ai play off scudetto: «Tutti hanno visto come siamo stati eliminati da Milano e anzi, sottolineo l’estremo fair play di Antonetti nel momento più critico, quando siamo stati inopinatamente messi fuori dal play off». Antonetti dal canto suo ha epsresso la sua soddisfazione per il prolungamento del contratto e definendo quella con Bancatercas un connubio fortunato e vincente, ha spiegato come sia rimasto molto colpito dal senso di appartenenza e di vicinanza alla squadra di basket anche da parte delle centinaia di dipendenti della Bancatercas: «E’ un segno della forza di questo gruppo – ha detto il patron del Teramo basket -: c’è unione di intenti, tra lo sponsor principali, gli altri, la società, il pubblico, la squadra e lo staff tecnico. Se c’è unione di intenti, è inutile, i risultati arrivano, sempre».

Leave a Comment