Invalidità civili, manette nel distretto sanitario di Scafa

PESCARA – Il responsabile del distretto sanitario di Scafa, appartenente alla Asl di Pescara, la moglie (infermiera nello stesso distretto), la segretaria ed un medico sono stati posti agli arresti domiciliari, su disposizione della magistratura pescarese, nell’ambito di un’inchiesta sull’attività del distretto, tra cui il riconoscimento dell’invalidità civile e l’acquisto di apparecchielettromedicali. Associazione per delinquere finalizzata alla truffa, peculato, corruzione e falso i reati contestati nelle quattro ordinanze di custodia cautelare. Undici gli indagati, tra cui un paio di imprenditori. Il
medico ai domiciliari è il presidente della commissione per il riconoscimento dell’invalidità civile.

Leave a Comment