Presidenti Provincia: 5×3, le ultime risposte prima del voto

TERAMO – Le ultime risposte prima del voto. Cinque quesiti che emmelle.it ha formulato ai tre candidati Presidente della Provincia: Valter Catarra (centrodestra), Ernino D’Agostino (centrosinistra), Emanuela Di Giacinto (La Destra). Pubblichiamo le loro risposte.

1. Il punto più qualificante del suo programma per combattere la crisi:
Catarra: Tempi certi per i pagamenti delle imprese, creazione di una Unità Tecnica per il governo del territorio, sistema regionale dei Distretti industriali, rafforzare il ruolo dei Confidi. Tra le priorità strategiche: sostenere i settori trainanti dell’economia provinciale, in particolare l’industria del manifatturiero, dell’edilizia, del turismo; rivitalizzare i settori in difficoltà della nostra economia, colmando i vuoti produttivi, mantenendo i punti di forza e facendo ripartire i settori in affanno; realizzare piani di marketing territoriale finalizzati all’attrazione di investimenti.
D’Agostino: Un unico soggetto che si sostituisca al Consorzio e al Distretto industriale, su base provinciale, con natura mista, in prevalenza privata. Serve a snellire, ad assumere decisioni lucide, rapide ed è una profonda innovazione. Aree attrezzate ecologicamente, il piano tecnologico e azioni tutte volte alla ripresa del lavoro.
Di Giacinto: Microcrediti e prestiti a tassi agevolati per piccole e medie imprese. Defiscalizzazione per un anno per le imprese contenute nelle aree economicamente depresse e per le nuove attività dell’intero territorio. Indennità compensativa per le attività agro-silvo-pastorali. Obiettivo 100% per lo sfruttamento dei Fondi Europei.

2) Chi e come sceglierà gli assessori?
Catarra: Gli assessori saranno scelti da me. Terrò conto della volontà popolare, delle competenze e delle volontà degli eletti.
D’Agostino: Li sceglierò io, in base alle necessità politiche e alle esigenze amministrative. Ci sarà un nuovo assessorato, alla trasparenza, tutto dedicato all’agevolazione dei servizi ai Cittadini e un assessore giovane, perché non bastano le politiche giovanili, serve la loro partecipazione alla costruzione della vita pubblica. E’ tutto nel programma.
Di Giacinto: Il criterio corrisponderà alla scelta espressa con i voti. Le preferenze ottenute determineranno la scelta degli assessori e la valutazione delle loro competenze ne determinerà la tipologia d’incarico.

3) Un provvedimento immediato per la viabilità:
Catarra: Rinforzare i settori tecnici con cantonieri per la manutenzione ordinaria per ridare sicurezza alla mobilità dei cittadini. Dare corso al protocollo d’intesa per le opere strategiche firmato nei giorni scorsi dal governatore della Regione Chiodi che comprende la pedemontana Abruzzo-Marche direzione Nord e Sud, IV lotto della Teramo-Mare e tutta una serie di altre importanti opere viarie e fluviali per oltre 1,5 milardi di euro, per ridare forza a tutta l’economia ed al turismo.
D’Agostino: Completamento Pedemontana Abruzzo-Marche, ammodernamento Teramo-Ascoli, quarto lotto Teramo mare, completamento collegamento Teramo-Roma-costa. Interventi per  Val Vomano, Val Vibrata e il collegamento tra le aree produttive di Roseto, Pineto e Atri. Insomma, attenzione per favorire lo snellimento del traffico, il sistema produttivo, il turismo.
Di Giacinto:
Immediata implementazione del numero dei cantonieri e gestione capillare della manutenzione ordinaria si accosteranno al perseguimento del completamento della Pedemontana Abruzzo-Marche.

4) Anche noi abbiamo danni da terremoto e da alluvione. Ce li riconosceranno?
Catarra: Sicuramente si. Visto che il Governo e la Regione sono intervenuti tempestivamente ed è già in atto la ricostruzione grazie al primo decreto. Oggi si sta intervenendo per i territori che hanno subito un Terremoto del sesto grado della scala mercalli in seguito si interverrà su tutti gli altri territori, compreso il nostro, come d’altronde già previsto nel primo decreto, che va ulteriormente aggiornato e potenziato.
D’Agostino: La battaglia che abbiamo avviato da diverse settimane ha continuato ad essere e sarà il mio impegno. Ricostruire l’Abruzzo è prioritario e Teramo è l’Abruzzo. Io davvero non abbandonerò i miei concittadini. Mi batto per sgravi fiscali e immediata disponibilità dei finanziamenti già assegnati, avvio ai lavori programmati, celerità dei pagamenti.
Di Giacinto: Ci batteremo sempre fino allo stremo delle forze perchè sia riconosciuto al nostro territorio ogni cosa che ci spetti. In ogni caso e soprattutto per ciò che è relativo alle gravi calamità accadute. E riusciremo.

5) I tagli penalizzano donne, fasce deboli, cultura, sport: cioè l’anima della nostra gente. Si sente di assumere un impegno?
Catarra: Costruzione di un nuovo sistema di Welfare, con le politiche della casa e dei servizi sociali e sanitari. Sostegno al mondo del volontariato e del no-profit. Trasparenza nelle gare di affidamento dei servizi sociali. Fruibilità full time delle sale provinciali. Introduzione un biglietto unico Museale integrato (BUM) che consenta l’accesso a tutti i musei presenti sul territorio provinciale. Mappatura dell’impiantistica sportiva. Sostenere le associazioni sportive territoriali. Acquisizione di una funzione di coordinamento tramite un Piano Provinciale dello Sport.
D’Agostino:
Siamo il centrosinistra: rafforzeremo il centro antiviolenza per le donne e il microcredito, insisto sull’assegno per la disoccupazione da crisi. Stimolo e aggregazione per il nuovo, tutela per Istituzioni culturali. Aiuto al privato sociale per servizi rapidi e sicuri. Sport: accordi con il CONI, consulenze gratuite, “Teramo provincia di serie A”.
Di Giacinto: E’ il motivo per cui ho deciso di candidarmi. L’impegno che voglio e che assumo è solenne. La parità sociale e la vitalità sportiva e culturale attraverso la ricostruzione delle politiche sociali e il ristabilimento dell’equità territoriale della nostra Provincia.

Leave a Comment