Elezioni Europee: PdL primo partito in provincia con il 43,2%

TERAMO – Con il 43,2% ottenuto alle elezioni europee, il Popolo delle Libertà si conferma il primo partito in provincia. Segue il Partito Democratico con il 24,1 % e l’Italia dei Valori che sale all’11,8% . Consenso in crescita anche per l’Unione di Centro, il partito di Casini si attesta in provincia sul 5,7 %. Ottiene il 5,35 % Rifondazione Comunista con Sinistra Europea e Comunisti Italianiun dato superiore alla media nazionale dove i partiti non hanno superato lo sbarramento del 4%. Sinistra e Libertà ottiene in provincia di Teramo il 3%, la lista di Emma Bonino e Marco Pannella il 2,6%. Il partito della Lega Nord ottiene l’1,6% e la Fiamma Tricolore 1,2%. Meno di mezzo punto percentuale ottengono La Destra con Mpa, Forza Nuova e i Liberal Democratici. Sale nella città di Teramo la percentuale ottenuta alle europee dal PdL che si attesta sul 45,4%. Il PD scende di due punti percentuali rispetta la media provinciale andando così al 22% mentre l’Idv ottiene l’11,18% e l’Udc il 5,8%. A Roseto, il secondo comune più grande in provincia,il PdL registra il 37,1%, il PD il 29,9%. Ottimo risultato nel comune per l’IdV che ottiene il 16,1% mentre l’Udc riceve il 5,8% e Rifondazione il 3,6%. A Giulianova il PdL registra il 38,2%, il PD si attesta sul 27% mentre l’IdV sale al 12,9%. L’Udc nel comune giuliese ottiene il 5,2%, così come il 5,7% riceve il partito di Rifondazione Comunista e il 4,7% il partito di Sinistra e Libertà. Nel Comune di S.Egidio alla Vibrata il PdL riceve il 54,6%, il PD scende al 15,3%. L’IdV registra l’11,21% mentre l’Udc ottiene il 4,4% e Rifondazione Comunista il 4%.  Alle Europee anno votato 188.218 persone. Le schede bianche sono state 12.179 (6,47%), quelle nulle 8.697 (4,62%) , quelle contestate e non assegnate 35 (0,01%)

Leave a Comment