Alla ricerca delle cause dell’anoressia

TERAMO – Sono circa un centinaio in provincia di Teramo i casi di anoressia, malattia che si stima colpisca almeno il 10% dei giovani tra i 10 e i 25 anni, evidenziandosi come emergenza sanitaria ma soprattutto sociale. Paolo De Cristofaro e Natalina Ferrante, del Centro regionale di Fisiopatologia della nutrizione, da anni studiano e affrontano il problema. “Vissuti di Anoressia" (Edizioni Tracce) è il libro con cui i due autori si rivolgono ai genitori, agli insegnanti e agli opratori sanitari, attraverso le esperienze vissute ma fornendo anche le migliori possibilità terapeutiche. Il Centro ha la peculiarità di lavorare in ambulatorio, senza sradicare i pazienti dal loro contesto naturale e dalle famiglie, in modo da garantire continuità terapeutica fino alla guarigione: si lavora infatti anche alle all’interno delle dinamiche familiari, che sono poi elemento che favoriscono l’insorgenza di anoressia. L’occasione della presentazione del libro, in programma sabato alle 9 nella sala conferenze del Dipartimento di prevenzione in contrada Casalena, sarà utile per l’approfondimento di quesi molteplici aspetti. Il dibattito sarà moderato dal direttore di emmelle.it, Franca Scagliarini. Parteciperà anche l’assessore regionale alla Sanità, Lanfranco Venturoni.

Leave a Comment