Parco Gran Sasso, attività di educazione ambientale in tenda

TERAMO – Il Parco nazionale de Gran Sasso ha lanciato un appello nazionale per reclutare volontari dei Parchi italiani disponibili a dedicarsi ad attività di educazione ambientale a favore dei ragazzi nelle tendopoli. E’ nato così il progetto “Estate in …tenda con i Parchi italiani”. L’iniziativa, informa una nota, è stata messa a punto per dare continuità alle attività educative del programma annuale “Parco in aula” adattandone i contenuti alla situazione psicologica e logistica delle tendopoli
Dal 29 giugno al 3 luglio, infatti, si terranno per i ragazzi delle tendopoli di Pizzoli, Arischia e Barete, delle giornate tematiche su “L’acqua e le sue proprietà”, “Topografia, carte topografiche e principi di orientamento”, “Il magico mondo del bosco” con visita al Museo del Legno di Arischia, “Gli incendi: cosa sono e come prevenirli”.“Il terremoto: realizziamo un giornalino sul terremoto”. Dal 13 al 17 luglio, prenderà corpo il progetto “In rifugio e montagna con la guida alpina”, attraverso il quale 25 ragazzi tra i 12 e i 15 anni della tendopoli di Paganica saranno ospiti del Rifugio Mongioie, nell’Alta Val Tanaro, nelle Alpi Marittime per una vacanza soggiorno che prevede attività educative e sportive. Dal 7 al  9 agosto si svilupperà il progetto “Ti canto una storia: il terremoto in una fiaba”, all’interno del quale il geologo Paolo Cortopassi proporrà spettacoli su eventi naturali calamitosi, dissesti idrogeologi e terremoti, accompagnati dalla musica e con il diretto coinvolgimento nell’azione dei piccoli spettatori. Le tendopoli interessate sono quelle afferenti al COM 3 : campi di Pizzoli, Capitignano, Montereale. Per tutto il periodo estivo, inoltre, nei giorni di martedì, mercoledì e giovedì, “Ripartiamo dalla natura”, è l’iniziativa organizzata dall’AIN Onlus che propone giornate ricreative all’aperto per le famiglie aquilane che vivono nelle tendopoli.

Leave a Comment