E’ donna il nuovo capo della questura

TERAMO – Dal 1° luglio prenderà incarico a Teramo il nuovo questore e per la prima volta nella storia della polizia teramana, sarà una donna: è la dottoressa Amalia Di Ruocco, che viene da Rovigo dove ha svolto l’incarico di responsabile della questura per un anno. Arriva a sostituire Piero Angeloni che lascia Teramo dopo poco meno di un anno per un altro importante incarico: la direzione del’ufficio centrale di polizia scientifica a Roma. Amalia Di Ruocco, laureata in giurisprudenza all’Università di Napoli. Nell’aprile del 1981 viene assegnata alla questura di Venezia, quale funzionario addetto alla squadra mobile e all’ufficio di Gabinetto. Nel 1985 passa alla questura di Roma, frequenta il Corso di Alta Formazione Forze di Polizia e viene promossa Primo Dirigenteall’inizio del 1998. Dirige i commissariati di Casilino Nuovo e Tor Carbone di Roma, con grande stima da parte dei cittadini. Tra il 2000 e il 2002 è vice questore vicario di Sondrio, stesso incarico che svolge poi a Rieti. Nell’aprile 2004 è inviata a Melfi dove, in occasione dello sciopero a oltranza dei lavoratori della Fiat, viene chiamata a dirigere tutti i servizi di ordine pubblico. Ed è nel corso di una manifestazione, alla quale parteciparono anche esponenti dell’area antagonista, il 26 aprile, che Di Ruocco viene colpita da un sasso che le procura una vasta ferita alla fronte. Dal settembre 2005 diventa vicario della questura di Venezia per poi essere nominata questore di Rovigo nell’agosto dello scorso anno.

Leave a Comment