Crisi, i saldi partono con una settimana d’anticipo

TERAMO – I saldi di fine stagione in Abruzzo partiranno con una settimana d’anticipo a partire dal 4 luglio e dureranno fino al 1 settembre. La decisione, resa nota da un comunicato della Confesercenti di Teramo, è stata assunta dalle Camere di commercio a causa di un mutamento delle condizioni economiche della regione nell’estate 2009, durante la quale è previsto il calo di presenze turistiche e la necessità, per i commercianti, di migliorare l’andamento di una stagione certamente non positiva. Per questi motivi, la Confesercenti ha chiesto ai Comuni una maggiore elasticità rispetto gli obblighi buracratici.
“La legge impone ai commercianti di comunicare ai Comuni l’avvio dei saldi sette giorni prima della data fissata – spiega il comunicato della Confesercenti – e con una decisione assunta solo oggi è possibile che alcune comunicazioni possano arrivare in ritardo. I commercianti abruzzesi rispetteranno le regole, ma chiediamo comprensione per via della mole di lavoro sopraggiunta con l’anticipo dei saldi di una settimana. È importante  – conclude il presidente provinciale di Confesercenti, Antonio Topitti – che in questa fase i Comuni e i comandi della Polizia Municipale decidano di non fare cassa sui commercianti, ma aiutino l’economia abruzzese a cogliere questa opportunità. C’è bisogno di un’azione corale”.

Leave a Comment