Saranno prorogati i contratti dei lavoratori precari della Asl di Teramo

TERAMO – Tutti i contratti dei 41 lavoratori precari della Asl di Teramo saranno prorogati. E’ quanto è stato garantito dall’assessore regionale alla Sanità, Lanfranco Venturoni, nel corso di un incontro promosso all’ospedale di Teramo dal Tribunale del Malato al quale erano presenti anche i sindacati. Garanzie ha inteso fornire dunque l’assessore circa le preoccupazioni veicolate nei giorni scorsi sul futuro dei lavoratori, sottolineando anche la disponibilità ad intraprendere un percorso di stabilizzazione per quelli che hanno maturato almeno 3 anni di servizio. Spiragli positivi anche per quanto riguarda le istanze di potenziamento della radioterapia sottoposte dal presidente del Tribunale del malato, Vincenzo Di Benedetto. Venturoni ha infatti valutato la possibilità di avviare per la radioterapia un doppio turno attraverso l’assunzione di un ulteriore medico e di un tecnico. In merito le assunzioni, Venturoni ha sottolineato la necessità di avere al più presto 3 primari che andrebbero collocati nei reparti che ne hanno urgenza immediata quali Neurologia, Pediatria e Radioterapia per via di un pensionamento. Nel corso dell’incontro, l’assessore ha riconosciuto il bisogno per la Asl di Teramo di incrementare il personale medico e infermieristico. Ciò consentirebbe di aumentare il volume di lavoro delle sale operatorie, attualmente impiegate al 60% delle loro possibilità, e che costano circa 50milioni di euro annui in termini di mobilità passiva. Tuttavia l’incremento di personale, ha sottolineato Venturoni , è un fattore legato alle indicazioni del governo emanate attraverso il commissario straordinario.  L’incontro, secondo quanto si è appreso, ha avuto dunque esito positivi per i lavoratori, un approccio quello dell’assessore alla Sanità, che i presenti hanno valutato proficuo e concreto.

Leave a Comment