Silvi: accordo tra Comune e balneatori per il ripascimento dell’arenile

TERAMO –  Subito il ripascimento morbido dell’arenile di Silvi danneggiato dalle recenti mareggiate per non compromettere la stagione balneare in corso e la convocazione di un Consiglio comunale Entro luglio sulle linee da adottare per una soluzione definitiva di contrasto all’erosione della costa. E’ quanto deciso nel corso di un incontro convocato dall’amministrazione comunale di Silvi Marina con una delegazione di balneatori aderenti alla Fab-Cna. Il crono-programma messo a punto nel corso del vertice, informa una nota, insiste sulla richiesta di un provvedimento straordinario e urgente di risistemazione dell’arenile danneggiato attraverso il cosiddetto “ripascimento morbido”, ossia il prelievo a mare della sabbia necessaria a reintegrare il tratto eroso. Il 10 luglio prossimo se ne parlerà nel corso di un ulteriore incontro al quale prenderanno parte anche rappresentanti delle Opere Marittime. Secondo stime approssimative della Fab-Cna, i metri di sabbia spariti a causa della furia della mareggiata sono compresi tra i 20 e i 30. ”Una perdita – si legge nella nota – che ha provocato, come danno aggiuntivo l’aumento di quasi  due metri del dislivello innanzi agli stabilimenti, con il conseguente arretramento di file di ombrelloni  e attrezzature da spiaggia. Dall’incontro è emersa infine l’esigenza di dare soluzione definitiva al problema dell’erosione. In questa direzione, i rappresentanti istituzionali hanno confermato la volontà di convocare una seduta dell’assemblea cittadina per discutere e votare una delibera di richiesta, alla Regione Abruzzo ed alle Opere Marittime, di realizzazione di un sistema rigido della difesa della costa, le cosiddette scogliere “soffolte”.

Leave a Comment