Pineto, cittadini preoccupati per la richiesta degli identificativi catastali

PINETO – Ha destato preoccupazione e sorpresa nei cittadini di Pineto la richiesta formulata dal Comune di conoscere gli identificativi catastali recapitata a casa insieme la cartella della Tarsu, la tassa sui rifiuti solidi urbani. Sull’iniziativa, ritenuta assurda poichè le documentazioni catastali sugli immobili dovrebbero già essere state depositate da tempo, è intervenuto in una nota di chiarimento l’assessore al Bilancio di Pineto, Guerino Martella. ”Per quanto sta accadendo in questi giorni – ha dichiarato l’assessore – le responsabilità non sono del Comune ma della legge finanziaria del 2007 attuata attraverso un provvedimento della Agenzia delle Entrate che impone agli Enti locali che gestiscono la Tarsu, di trasmettere alcune informazioni integrative rispetto a quelle già in possesso dell’ente, in ordine agli identificativi catastali, agli occupanti o detentori ed al titolo di occupazione”. ”In considerazione del fatto che la banca dati relativi alla Tarsu – precisa Martella – non contiene i riferimenti catastali degli immobili denunciati poiché il decreto precedente non li riteneva necessari per il calcolo della tassa, il Comune di Pineto ha dovuto chiedere la collaborazione dei cittadini al fine di poter adempiere a quanto prescritto nel provvedimento dell’Agenzia delle Entrate”. Mostrando comprensione per i fastidi arrecati, il Comune chiede dunque la collaborazione da parte dei contribuenti per una soluzione serena delle incombenze fiscali.

Leave a Comment