Il Prc di Teramo solidale con gli arrestati di Torino

TERAMO – Solidarietà e vicinanze ai giovani arrestati per le proteste di Torino e in particolare ad Egidio Giordano, attivista napoletano del cento sociale Insurgencia, detenuto a Teramo, sono state espresse dal Circolo di Teramo per Partito della Rifondazione Comunista. Anche a Teramo, come in altri circoli italiani del Prc, si accusa "la volontà del ministero degli interni di voler alzare la tensione alla vigilia del vertice del G8" e si ribadisce "il diritto a manifestare il dissenso". “Ancora una volta – si legge nella nota diffusa dal Circolo teramano di Prc – alla vigilia di un vertice internazionale, si cerca di criminalizzare un movimento che, da sempre, si batte per un mondo più giusto. Immagini di incidenti riproposti in continuazione a erticoli di stampa dai toni allarmistici cercano di delegittimare le manifestazioni organizzate per i prossimi giorni all’Aquila. Eppure nessuno nei mesi scorsi si è lamentato della presenza dei no-global all’Aquila quando, in maniera volontaria, si sono attivati per aiutare la popolazione, in particolare gestendo una tendopoli a Tempera e un’altra a San Biagio". Il Circolo di Teramo di Prc conclude la nota esprimendo “preoccupazione, acuita dalla presenza, tra i poliziotti in servizio in questi giorni nel capoluogo abruzzese, di uno dei quattro condannati a 3 anni e mezzo di reclusione per l’omicidio del giovane Federico Aldrovandi, morto a Ferrara il 25 settembre 2005 durante un intervento di polizia".

Leave a Comment