Caprese, pennette e tagliata nel menù dei Grandi

L’AQUILA – Classico menù ‘tricolore’, ma condito con un pizzico di cucina abruzzese. Il menù della colazione di lavoro dei ‘Grandi della Terra’ riuniti a L’Aquila per il G8 è stato preparato facendo attenzione a non appesantire troppo i leader in vista dell’intensa giornata lavorativa di oggi. A pranzo, i cuochi Michele Persichini (chef personale del premier Silvio Berlusconi e del Milan) e Vito Donnaloia, hanno fatto trovare pietanze rosse, verdi e bianche. La colazione è stata aperta con una insalata caprese (mozzarella, pomodori e basilico). A seguire le classiche pennette tricolori (composto da un tris di tre paste differenti: al formaggio, al pomodoro e al pesto) e poi tagliata di carne Chianina con tartufi d’Abruzzo accompagnata da uno sformatino anch’esso tricolore (alle carote, ai cavolfiori e agli spinaci) e formaggi abruzzesi. Per dessert gelato, ovviamente tricolore, ai gusti di fiordilatte, fragola e pistacchio e crostata di visciole. Ampia la scelta dei vini, fra i quali un Montepulciano d’Abruzzo San Calisto Valle Reale 2006 e un Cerasuolo Hedos Cantina Tollo 2008. Ad accompagnare il dolce, un passito rosso. La selezione dei vini è stata curata da Maurizio Zanella.

Leave a Comment