Ex arbitro teramano al vertice dell’Aia regionale

TERAMO_ Pasqualino Rodomonti è stato eletto presidente del comitato Regionale Aia d’Abruzzo. Appartenente alla sezione Associazione_Italiana_Arbitri" di Teramo" , ha debuttato in serie_A" con la partita Ascoli-Atalanta. Nel 1998 venne promosso arbitro internazionale vincendo il ballottaggio con il collega Emilio_Pellegrino. Nella stessa stagione è protagonista di un episodio divenuto celebre: in Empoli-Juventus, non assegna il goal siglato dall’empolese Bianconi, con il pallone che aveva oltrepassato nettamente la linea di porta, pur essendo appostato a pochi metri dall’azione. Poco dopo si trasferì presso la Sezione Associazione_Italiana_Arbitri di Roma 1, per motivi di lavoro. Nella primavera del 2006 venne coinvolto nell’inchiesta Calciopoli, con l’accusa di avere condizionato alcune gare del campionato di calcio 2004-2005, il procedimento sportivo a suo carico si concluse con l’assoluzione. Per quanto invece concerne l’inchiesta Calciopoli sotto il profilo penale, Rodomonti è stato rinviato a giudizio dinanzi al Tribunale di Napoli per il reato di associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva (ottobre 2008). In un’intervista ad un’agenzia di stampa, Rodomonti avrebbe poi dichiarato di aver contratto un tumore, il linforma di Hodgkin, proprio a causa dell’inchiesta che lo aveva, a suo dire ingiustamente, coinvolto. Ha collezionato in Serie_A 200 presenze, di cui l’ultima fu in occasione della gara Treviso-Fiorentina. E’ stato dismesso nel 2006 per raggiunti limiti d’età. Ora è stato nominato presidente della Commissione Regionale Arbitri dell’Abruzzo.

Leave a Comment