Chiodi ha invitato Obama a tornare

L’AQUILA – La visita all’Aquila di Barack Obama è stata "un grande omaggio all’Abruzzo": lo afferma il presidente della Regione, Gianni Chiodi, che oggi ha incontrato il presidente Usa nella ‘main conference room’ della scuola della Guardia di finanza per un breve colloquio. Per Chiodi le parole di Obama, "la sua attenzione e il suo sguardo, in questi giorni sono stati calamitati sulla nostra gente, dalla città colpita dal sisma. Mi ha detto di avere seguito dal primo istante la tragedia". "Ha espresso grande partecipazione al dramma del terremoto – racconta Chiodi – e ha assicurato il suo sostegno e quello del suo Paese, complimentandosi anche per l’organizzazione del G8". Nel primo giorno del summit Chiodi lo aveva incontrato a piazza Duomo, nel cuore della città ferita dal terremoto. Oggi il governatore ha invitato Obama a tornare per conoscere meglio la storia d’Abruzzo, le sue tradizioni, le sue bellezze paesaggistiche, artistiche e architettoniche e ha chiesto che i riflettori dell’America e del resto del mondo non si spengano sull’Aquila dopo il summit. Proprio il Guerriero di Capestrano, una delle più significative espressioni artistiche e culturali dell’Abruzzo, ha fatto da sfondo alla conversazione che Obama ha concesso al presidente abruzzese, mostrando la consueta disponibilità e apertura al dialogo. "Abbiamo avuto un’opportunità unica – aggiunge Chiodi – anche per dare visibilità a un’opera di grande pregio. Nella sala conferenze, il Guerriero di
Capestrano ha dominato sugli uomini più potenti del mondo, richiamando l’interesse sulle nostre radici culturali. In questi giorni abbiamo avuto lo sguardo di tutto il mondo su di noi,
tutto si è svolto senza problemi". Per il governatore abruzzese "quello che non avremmo mai
potuto immaginare prima del 6 aprile si è rivelato una giusta intuizione, che ci ha portato al centro dell’attenzione della comunità internazionale". "Sono sicuro che, oltre a lasciare un segno nella storiografia aquilana – ha concluso – porterà al nostro territorio vantaggi tangibili utili alla ricostruzione e al rilancio del territorio".

Leave a Comment