Aumentano le dimissioni e l’italiano non è positivo

TERAMO – E’ in costante evoluzione il quadro dei sospetti casi di nuova influenza accertati a Teramo, dove il numero dei pazienti ricoverati in ospedale è sceso a 15. Nel pomeriggio, infatti, sono stati dimessi sette giovani ciprioti appartenenti alla delegazione colpita in questi giorni dal virus. Le loro condizioni sono nettamente migliorate grazie alla terapia antivirale somministrata dai medici. In mattinata altri sette pazienti, tra i primissimi ricoverati e acclarati come casi di nuova influenza, erano stati già dimessi. Degli attuali 15 pazienti ancora nel reparto di Pneumologia del "Mazzini", uno, ovvero l’unico caso italiano coinvolto finora – un giovane siciliano – è tenuto precauzionalmente sotto osservazione, ma i sanitari hanno escluso che si tratti di nuova influenza: è infatti risultato negativo al test rapido effettuato su di lui all’ingresso in ospedale. Nel corso della giornata le autorità sanitarie e gli organizzatori della Coppa Interamnia di handball hanno deciso di consigliare a tutta la delegazione cipriota presente nel Teramano la somministrazione di Tamiflu, a scopo di profilassi. E’ stato anche deciso di invitare tutte le formazioni presenti alla Coppa Interamnia già eliminate dal torneo a riprendere la strada dei rispettivi Paesi di origine. Tutti i componenti della comitiva di Cipro in grado di lasciare l’Italia ripartiranno lunedì prossimo verso l’isola del Mediterraneo con un volo charter già prenotato in
precedenza

Leave a Comment