Colpi di scena. Il Pineto non è stato iscritto in A1

TERAMO_ Colpo di scena. Il Pineto non è stato iscritto al campionato di pallavaolo di A1.La Commissione di Ammissione ai Campionati di pallavolo maschile di Serie A1 e A2 per la stagione sportiva 2009/10, ha adottato la decisione. All’esito sono risultate possedere i requisiti richiesti dal Regolamento, e pertanto si propone alla Federazione Italiana Pallavolo l’ammissione, le seguenti società aventi il titolo sportivo a partecipare ai Campionati di Serie A 2009/2010: SERIE A 1 1. Piemonte Volley Cuneo; 2. Bluvolley Verona; 3. Volley Lube Macerata; 4. Pallavolo Modena; 5. Gabeca Pallavolo Montichiari (BS); 6. Pallavolo Loreto (AN); 7. Perugia Volley; 8. Copra Volley Piacenza; 9. Prisma Volley Taranto; 10. Trentino Volley Trento; 11. Volley Treviso; 12. Top Volley Latina; 13. Callipo Sport Vibo Valentia. La Commissione, esaminati gli atti e i documenti presentati dalla società Pallavolo Pineto ha ritenuto di non poter proporre l’ammissione della stessa società. Si ricorda che la società interessata ha due giorni lavorativi di tempo per ricorrere avverso la presente proposta di non ammissione al Giudice di Lega. Prima del colpo di scena il presidnete D’Orazio aveva incontrato quattro procuratori a Modena, negli uffici di Luca Novi. Alla presenza dello stesso Novi, dell’altro agente modenese Eugenio Gollini, di Claudio Galli da Parma e Paolo Buongiorno da Milano il numero uno della società abruzzese ha chiesto una riapertura dei rapporti con gli agenti, vuoi per poter allestire una squadra meritevole di stare in campo in A1, vuoi per poterci stare in A1. In mattinata infatti, quando mancavano poche ore alla scadenza delle ufficialzzazioni delle ammissioni ai campionati, ancora non sapeva D’Orazio che l’esito sarebbe stato tutt’atro che positivo. O forse lo sapeva e per questo aveva deciso di chiedere ai procuratori, come ultima chance, di sottoscrivere un documento in cui si evidenziasse una loro riapertura di credito, a fronte di una ulteriore transazione del dovuto per i giocatori di Milano che un anno fa hanno firmato la liberatoria per il via libera al titolo di Milano. Scadenze, a campionato finito, non ancora onorate. Non risulta che gli agenti abbiano rilasciato nessun documento al presidente abruzzese che è così tornato in Abruzzo a mani vuote. Poche ore dopo la stangata della non ammissione da parte degli organi di Lega. La nuova puntata del Caso Pineto è quindi tra due giorni, quando il dirigente dovrà integrare i documenti al Giudice di Lega. Entro il fine settimana il nuovo responso.

Leave a Comment