Un nuovo inizio per la Coppa Interamnia

TERAMO – Un nuovo inizio per l’Interamnia World Cup. E’ l’auspicio degli organizzatori al termine della 37esima edizione del torneo internazionale di pallamano che si è caratterizzata per l’attenzione sollevata dal contagio del virus A/H1N1 che ha colpito diversi atleti ciprioti nel corso dell’evento. “L’accoglienza della città di Teramo si è dimostrata reale anche nel momento di difficoltà – commentano gli organizzatori della Coppa Interamnia in una nota-  le cure necessarie ed una corretta, tempestiva e trasparente informazione, non sono mancate a nessuno. L’intelligenza e la competenza che hanno caratterizzato le decisioni e gli interventi delle istituzioni, sono state di notevole esempio ed hanno recepito pienamente lo spirito profondo della manifestazione”. L’aprirsi al mondo comporta anche dei rischi, ne sono consapevoli gli organizzatori che, nel comunicato diffuso a conclusione dell’evento, ribadiscono come gli episodi legati alla cosiddetta “influenza suina” sottolineano la necessità di porre maggiore attenzione ai mutamenti e le implicazioni che ne derivano per migliorare gli aspetti infrastrutturali ed organizzativi della manifestazione. aspetti infrastrutturali ed organizzativi della manifestazione. “L’augurio  – si legge infine nella nota – è che le istituzioni, assieme ai cittadini, diano il proprio contributo umano e professionale per impostare sin da ora le basi per una Coppa Interamnia migliore. Un primo segnale c’è, ed è un’apertura del torneo anche al di fuori della provincia di Teramo: l’abbraccio simbolico con il quale è stata stretta la città dell’Aquila e le zone colpite dal sisma è diventato reale, inaugurando una stagione di collaborazione mirata alla valorizzazione del nostro territorio attraverso quei linguaggi universali che sono lo sport e la cultura”.

Leave a Comment