Howe a Teramo: "Ho trovato una città accogliente"

TERAMO – Il fuoriclasse italo-americano Andrew Howe ha concluso i tre giorni di allenamenti a Teramo, ospite, insieme alla madre e allenatrice Renè Felton, del tecnico nazionale dei salti in estensione Claudio Mazzaufo, preparatore atletico anche della Banca Tercas Teramo Basket, da tempo inserito nell’entourage del primatista italiano e vice campione del mondo di salto in lungo. Howe ha molto apprezzato l’ambiente di atletica presente a Teramo, motivando così la sua scelta di trascorrervi una breve parte della sua preparazione  ”Il motivo principale è l’importante rapporto che mi lega al professor Mazzaufo, che considero quasi un secondo padre ha dichiarato Howe – ma qui mi trovo anche bene: c’è una struttura sportiva che soddisfa varie esigenze, e la città è molto accogliente”. Nel campo scuola di atletica leggera della Gammarana, informa una nota, Howe ha svolto una serie di allenamenti basati sulla forza, sulla velocità e, in modo più specifico, su qualche prova di salto sulla pedana del lungo. Dopo un’assenza di sei mesi dalle gare, per un infortunio muscolare patito il 1 febbraio in una gara indoor a Mosca, il ventiquattrenne reatino sembra essere tornato in buone condizioni fisiche. Gli manca solo il collaudo in gara, annunciato in occasione del meeting di Montecarlo, dove valuterà se esistono le premesse per puntare ai mondiali di Berlino, in programma dal 15 al 23 agosto, o se tornare con più gradualità all’attività agonistica.

Leave a Comment