Approvata la linea programmatica di Catarra

TERAMO – "Risanare, programmare e decidere". Sono le parole d’ordine del presidente della Provincia,Valter Catarra, pronunciate nel corso della presentazione delle linee programmatiche del suo mandato (vedi articolo sotto) nel corso del Consiglio provinciale convocato oggi al Parco della Scienza di Teramo che ha visto l’approvazione del documento programmatico con i voti favorevoli da parte della sola maggioranza, mentre voto contrario ha espresso la minoranza. Un Consiglio provinciale vivace nei toni che è si è caratterizzato per la presentazione di un documento programmatico redatto anche dall’opposizione, e presentato come ordine del giorno integrativo, per chiedere "impegni precisi a Catarra" su temi proposti per "superare una linea programmatica generica e lacunosa", così come è stata definita dai capigruppo della minoranza, quella dell’amministrazione provinciale. Una proposta che non ha trovato spiragli favorevoli, come auspicato dai banchi dell’opposizione per aprire un dialogo, ma è tuttavia la prima volta che in un Consiglio provinciale sia stato concesso spazio per proposte di programma che non fossere quelle della Giunta.ll presidente Catarra ha commentato così l’ordine del giorno presentato dal coordinatore della minoranza, Ernino D’Agostino: “Intanto una questione di stile: hanno avuto 18 anni per fare quello che oggi sostengono vada fatto presentando le loro Linee programmatiche nel giorno del Consiglio dedicato alla presentazione degli indirizzi di Governo della maggioranza. Tanto per fare un esempio, i piani di sicurezza sismica e idrogelogica sarebbero dovuti essere pronti da un pezzo, non c’era bisogno del terremoto per scoprire che sono una necessità. Proprio la mancanza di programmazione e di concretezza – ha dichiarato infine Catarra – hanno ridotto la provincia teramana di una condizione di marginalità"

Leave a Comment