Veterinari, grande impegno per gli animali del sisma

TERAMO – Sono oltre 40 gli ambulatori veterinari delle province di Teramo, Pescara e Chieti che hanno assistito gratuitamente, per tre mesi, cani e gatti degli aquilani sfollati sulla costa dopo il terremoto del 6 aprile. Lo rende noto l’Istituto Zooprofilattico sperimentale d’Abruzzo e Molise "G. Caporale", la cui Unità di crisi veterinaria, subito dopo il sisma, ha anche recuperato tanti animali rimasti senza padrone, feriti o intrappolati tra le macerie. L’emergenza degli animali da compagnia non ha quindi riguardato solo i centri del cosiddetto "cratere sismico", ma anche le zone costiere. "Per la prima volta, in occasione di un evento sismico – si legge in una nota – agli animali da compagnia è stato riconosciuto il diritto ad avere soddisfatti i bisogni primari quali cibo, alloggio e cure mediche". "Unica fra tutte le categorie professionali – prosegue il comunicato dell’Izsam – quella dei veterinari ha garantito, a titolo completamente gratuito, le prestazioni sanitarie agli animali da compagnia ospitati nelle strutture della costa, provvedendo anche a distribuire farmaci antiparassitari". Preziosa anche la collaborazione del canile della Lega degli
Amici del Cane di Alba Adriatica, (CanAlba) che ha distribuito gratuitamente mangime donato da alcune ditte produttrici.

Leave a Comment