Cinghiali, una emergenza nel Parco

L’AQUILA – L’emergenza cinghiali nel territorio di due comuni reatini dell’area protetta,
Amatrice ed Accumoli, che grava sulle attivitè antropiche e zootecniche, ha determinato un tavolo tecnico nella sede del Parco nazionale Gran Sasso – Monti della Laga ad Assergi. "L’incontro – ha detto il commissario straordinario del Parco, Arturo Diaconale – ha gettato le basi per l’adozione di un piano d’azione congiunto, utile per la risoluzione di un problema che genera conflitti, mettendo a rischio la coesione sulla missione di tutela incarnata dal Parco e condivisa da coloro che nel Parco vivono ed operano". Durante il tavolo è stata avanzata la proposta di un
progetto sperimentale per operazioni di abbattimento selettivo dei cinghiali dentro e fuori il perimetro del Parco. Una prospettiva, questa, realizzabile però soltanto dopo l’autorizzazione da parte del Ministero dell’Ambiente. All’incontro hanno partecipato il commissario straordinario
del Parco, Arturo Diaconale, il direttore dell’ente, Marcello Maranella, i sindaci dei due comuni interessati, Sergio Pirozzi (Amatrice) e Stefano Petrucci (Accumoli) e il vicepresidente della Provincia di Rieti, Oreste Pastorelli.

Leave a Comment