"Saremo ai funerali di Antonio De Meo con il gonfalone di Martinsicuro"

TERAMO – E’ addolorato il sindaco di Martinsicuro, Abramo Di Salvatore, quando lo raggiungiamo al telefono. "Un episodio che non può lasciare indifferente nessuno. Si tratta di una banalità trasformata in tragedia. L’episodio a carico dei Rom ripropone il problema della loro presenza, ma non solo della loro, nella nostra zona. C’è un problema sicurezza che è prioritario – spiega – e noi con ordini del giorno e prese di posizione imploriamo una maggiore presenza delle forze dell’ordine da tanto tempo". Manca il controllo del territorio, secondo il sindaco di Martinsicuro, che specifica che i Carabinieri sono pochi, così come non è sufficiente la presenza della Polizia. "Chi come un sindaco, come me, ha la responsabilità politica e amministrativa di un Comune, si rende conto dell’insufficienza del controllo del territorio e non può che insistere, come continuerò a fare, per ottenere sicurezza". Intanto il Comune è già al lavoro per i contatti necessari a organizzare la presenza, al momento dei funerali di Antonio De Meo, di una delegazione ufficiale che partirà da Martinsicuro, guidata dallo stesso sindaco, con tanto di Guardie municipali e gonfalone:"Alla famiglia, distrutta, e all’intera popolazione concittadina di De Meo vogliamo fare sentire la nostra vicinanza e il dolore profondo per la tragedia che si è consumata proprio in casa nostra".

Leave a Comment