A Silvi stop al commercio ambulante abusivo

SILVI – Il sindaco di Silvi Gaetano Vallescura ha avviato un’altra guerra, questa volta contro il commercio ambulante abusivo. Ha cominciato con l’emanare stamani un’ordinanza, come informa una nota dello stesso Comune, che fa “divieto assoluto di svolgere attività di commercio al dettaglio su aree pubbliche per tutto il Lungomare da Via Garibaldi (zona nord) fino a via D’Annunzio (zona sud) comprese vie laterali e piazze adiacenti”; in pratica tutta la zona centrale del lungomare di Silvi Marina, cuore della vita turistica della città. Nei giorni scorsi il sindaco di Silvi aveva inviato un esposto al Prefetto e alle varie autorità competenti denunciando la massiccia presenza di persone, extracomunitarie e non, dedite al commercio ambulante abusivo. Divieto ambulante assoluto, allora, che si rivolge a chi ha e non ha regolare licenza e lotta aperta, dunque, e per il momento, contro i commercianti ambulanti che in qualsiasi ora del giorno e della notte si posizionano lungo le stradi principali della città. Questa prima decisione è stata presa in attesa che la stessa amministrazione comunale rimoduli l’apposito regolamento comunale, vista l’ intenzione di riordinare il commercio al dettaglio su aree pubbliche. Vallescura non ha escluso pochi giorni fa che una nuova ordinanza venga emanata anche contro il commercio selvaggio dei “vu compra” e degli ambulanti abusivi che riempiono le spiagge: “un danno economico e d’immagine” lo definì Vallescura. Rimane comunque fermo, sempre secondo da quanto si legge dall’ordinanza, la possibilità di vendere nei luoghi destinati a tali attività che sono individuati in Via Taranto e Via Da Vinci. Il mancato rispetto dell’ordinanza è sanzionato come commercio abusivo, spiega ancora il comunicato e sarà punito con la sanzione da 2mila500 a 15mila 500 euro e come violazione di regolamento comunali con multe dai 500 ai 3 mila euro. “Questa ordinanza – commenta il sindaco Gaetano Vallescura – nasce dal disagio che comportano queste attività di vendita su tutto il territorio".Ne’, per il sindac,o si può sottacere le numerosissime e "sacrosante lamentele delle strutture commerciali di Silvi che lamentano i danni provocati alle loro attività dal commercio ambulante sfrenato e abusivo. Molti di loro giorni fa sono venuti in comune minacciando di riconsegnare la licenza. Io sto dalla loro parte". Il sindaco dichiara anche:"Continuerò a rivolgermi comunque alle autorità sovracomunali. Mi meraviglio come negli anni sia potuto permettere e far perpetrare tutto ciò; se la situazione non dovesse cambiare prometto di assumere azioni ancora più drastiche”.

Leave a Comment