E’ polemica ad Atri per la raccolta differenziata

ATRI –  Raccolta differenziata in forte discussione ad Atri. In una nota La Destra, il PD, l’IDV, l’UDC, la Rosa Bianca-Indipendenti di Atri e Italia Nostra si  "schierano dalla parte dei cittadini ed esprimono profondo sdegno" per il modo in cui si sta portando avanti la raccolta differenziata. L’annuncio  dell’Assessore all’Ambiente Marino Iommarini insieme con Legambiente che finalmente anche ad Atri il 2 maggio 2009 avrebbe preso il via la raccolta differenziata, sicuramente simbolo di civiltà per ogni città, "ci aveva colpito positivamente" si legge nel comunicato, ma la valutazione è cambiata. L’Assessore Marino Iommarini, tra le altre cose, "aveva dichiarato che ad ogni abitazione/famiglia sarebbero state consegnate le buste e un contenitore per ogni tipologia di rifiuto, di diversi colori,  ma così non è stato". Inoltre i cassonetti più grandi, gli zonali, non vengono lavati e puliti da circa un anno e alcuni hanno le pedaliere rotte,  e i cassonetti tolti non vengono sostituiti. Ancora: oltre al calendario della raccolta ci sono difficoltà con gli orari. Per i partiti che firmano il comunciato l’organico viene quasi sempre raccolto entro le 8 di mattina ,altrettanto non si può dire delle altre tipologie di rifiuti, per i quali bisogna spesso aspettare le 11 o oltre, anche nel periodo estivo, con sacchetti di rifiuti posati in ogni dove.

 

Leave a Comment