Università, boom di domande per Medicina all’Aquila

L’AQUILA – Sono complessivamente 5.542 le domande pervenute per i concorsi di ammissione ai corsi di laurea a numero chiuso della facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università dell’Aquila, con un incremento del 51,5% rispetto all’anno accademico 2008/2009. La preside di facoltà, Maria Grazia Cifone, in una nota vuole "condividere con tutta L’Aquila l’orgoglio per questo importante e significativo obiettivo raggiunto". Secondo la docente, i numeri dimostrano "che la dura battaglia intrapresa per sventare quelle spregevoli manovre di altre sedi universitarie e di diversi consessi di carattere nazionale, tese a condizionare la nostra offerta formativa, ha avuto l’esito desiderato. La nostra Facoltà, nonostante il terremoto, non ha perso la sua capacità di attrazione". "Il catastrofico sisma del 6 aprile ha profondamente ferito la Facoltà – dichiara in una nota la preside -. La perdita di 55 studenti del nostro ateneo, di cui 12 della nostra Facoltà, è una ferita che non si rimarginerà mai. A tutti loro e agli altri giovani che abbiamo perso in questa tragedia dedichiamo l’anno accademico 2009/2010 e il futuro del nostro Ateneo".  Nel dettaglio, l’incremento di domande per l’iscrizione al corso di laurea magistrale di Medicina e Chirurgia è pari al 69,2% (2.169 a fronte di 120 posti, concorso il 3 settembre), per il corso di Odontoiatria e Protesi Dentaria è del 53% (809 domande per 12 posti, concorso il 4 settembre), del 38.7% per le lauree di area sanitaria (2.564, concorso il 9 settembre)

Leave a Comment