Bilancio positivo per le attività del Centro Sportivo Italiano

TERAMO – La carenza di impianti sportivi, ma soprattutto la disponibilità delle palestre in orari extra scolastici, figurano tra i problemi principali delle società sportive del territorio teramano. A rendere noto questo tipo di difficoltà è il Centro Sportivo Italiano, l’ente di promozione sportiva ispirato ai valori cristiani nel corso di una conferenza stampa convocata per la presentazione di una convention dal titolo “Uno sport per la vita”in programma venerdì alle 19 nell’Auditorium del Parco della Scienza di Teramo. L’occasione, come illustrato dal presidente provinciale del Csi, Angelo De Marcellis, sarà utile per il fare il punto sugli appuntamenti della stagione sportiva 2009-2010 , per definire i programmi e per fare un bilancio  della stagione trascorsa. Un bilancio che De Marcellis giudica positivamente dal momento che il Centro Sportivo Italiano annovera 80 società sportive affiliate e oltre 4000 mila tesserati che rappresentano l’1,5% della popolazione sportiva residente nella provincia di Teramo e che, come puntualizza il presidente sono“giovani che praticano assiduamente la vita associativa oltre la mera fruizione sportiva”. Tra gli obiettivi che il Csi intenderà però sottoporre al pubblico della convention del 28 agosto, grande importanza riveste una maggiore promozione delle attività giovanili e un coinvolgimento crescente dei volontari impegnati, ma anche un potenziamento del rapporto che l’associazione ha costruito con il Corso di Laurea in Scienze manageriali delle imprese sportive dell’Università di Teramo e che punta all’istituzione di percorsi formativi per le figure tecniche dello sport. Una collaborazione che, come sottolineato dalla docente dell’ateneo teramano, Fiammetta Ricci, ha preso forma di recente nel progetto “Sport at work” volto all’inserimento nel mondo del lavoro delle figure sportive professionali. “Siamo particolarmente orgogliosi – ha dichiarato Fiammetta Ricci – di essere stati i primi, come Università di Teramo – a investire sull’educazione ai valori dello sport e a porre l’attenzione ai richiami etici, che orientano le nostre attività e le collaborazioni avviate come quella con il Centro sportivo italiano”. La convention fissata per venerdì prevede al termine anche la presenza di Italo Cucci, noto giornalista sportivo Rai che porterà una sua testimonianza.

Leave a Comment