Noto medico salva setter dall’annegamento

TORTORETO – Di solito sono i cani che salvano gli uomini, ma per una volta è stato un cane ad aver bisogno di soccorso in mare. E’ successo a Tortoreto, dove il noto medico teramano Carlo De Sanctis, amministratore straordinario della casa di riposo De Benedictis di viale Crispi, si trovava in spiaggia al lido Irene e si è accorto che un bell’esemplare di setter, di colore pezzato,era in difficoltà al alcune centinaia di metri dalla riva. Il cane da caccia, sfuggito al guinzaglio della padrona, non aveva resistito all’istinto di rincorrere i gabbiani in acqua e, preso dalla foga di prenderli, si era disorientato e soprattutto, aveva raggiunto una bella distanza dalla battigia. L’animale avrebbe forse continuato a nuotare fino allo stremo e si stava dirigendo pericolosamente ancora più al largo: per fortuna l’ex primario del Dipartimento di emergenza e urgenza del Mazzini, che notoriamente è un amante nonchè conoscitore degli animali da caccia, si è accorto di quanto stesse accadendo e non ha esitato a buttarsi in acqua per raggiungere il setter e ricondurlo a riva. L’operazione non è stata facile, per la distanza e per la resistenza del cane a farsi prendere. Ma De Sanctis, che è anche provetto nuotatore, è riuscito a raggiungerlo, a tenerlo a bada e a riportarlo verso la riva, aiutato nella parte finale anche dall’intervento di due bagnini a bordo di un pattino. Setter salvo, dunque, con i ringraziamenti della proprietaria, a cui il cane era sfuggito dal recinto di casa. Per una volta, un salvamento… al contrario.

 

Leave a Comment