Ruffini:"Il governo Chiodi penalizza i comuni montani del teramano"

TERAMO – "I tagli operati dal governo Chiodi all’assistenza pediatrica penalizzano i Comuni montani della provincia di Teramo". E’ l’allarme lanciato dal consiliere regionale del Pd, Claudio Ruffini nel corso di una nota attraverso la quale ha inteso rivolgere una interpellanza al governatore, Gianni Chiodi, e all’assessore regionale alla Sanità, Lanfranco Venturoni, sui tagli che l’azienda Asl di Teramo avrebbe effettuato sull’assistenza pediatrica di base nei comuni montani, escludendo, secondo il consigliere, i cittadini delle aree interne dall’accesso a servizi "indispensabili per la sopravvivenza delle comunità locali". Secondo quanto dichiara Ruffini, la Asl di Teramo, in attuazione ad una delibera regionale del commissario ad acta in vigore dal 1 luglio, ha totalmente tagliato la quota relativa all’apertura degli ambulatori pediatrici nelle zone disagiate della provincia di Teramo e ha ridotto anche il tetto di spessa per le prestazioni facoltative pediatriche in favore di bambini con patologia croniche fissandolo a 10 euro annui per ogni assistito. euna somma che per Ruffini subisce un abbassamento ulteriore dal momento che nel 2008 il tetto delle prestazioni era stato già abbassato sa 31,6 euro a 15 euro annui per assistito. Un provvedimento, dunque, che per il consigliere del PD compromette l’apertura di studi ambulatoriali di pediatria di libera scelta nei comuni di Colledara, Tossicia, Fano Adriano, Crognaleto e Valle Castellana, con disagio dei bambini e delle famiglie chesaranno costretti a ricorrere alle già intasate strutture ospedaliere, al Pronto Soccorso e ai ricoveri impropri producendo non una riduzione dei costi, come auspicato, ma un loro aumento. Tra le accuse lanciate da Ruffini, dito puntato anche contro quella che viene ritenuta una diversità delle politiche di contenimento della spesa tar le Asl Abruzzesi, dal momento che  nel teramano avrebbe colpito solo la spesa sanitaria a favore dei bambini, mentre nelle altre Asl i tagli avrebbero interessato soprattuto la struttura amministrativa"."Dove sono finite le promesse di Chiodi – dichiara Ruffini nella nota – quando annunciava di voler salvaguardare l’assistenza sanitaria nei comuni montani? Lo invito a battersi col Governo in difesa della sua Provincia, delle aree interne e della comunità che come presidente della Regione rappresenta".

Leave a Comment