Stagione di Prosa: a novembre si apre il sipario

TERAMO – “Un successo annunciato” sono state le parole con il quale l’assessore regionale alla Cultura, Mauro Di Dalmazio, ha definito la Stagione di Prosa 2009/2010 della Primo Riccitelli presentata nel corso di una conferenza stampa al Teatro Comunale di Teramo.  Una stagione che parte confortata dal successo di pubblico riscosso nelle precedenti edizioni, ma anche da un cartellone ricco di appuntamenti e ospiti illustri messo a punto dalla direzione artistica di Ugo Pagliai. Si parte il 24 novembre con una commedia di Eduardo De Filippo, “La fortuna con l’effe maiuscola” che andrà in scena, come del resto tutti gli altri appuntamenti, seguendo una programmazione che vede due spettacoli serali e un turno pomeridiano. Segue il 9 dicembre lo spettacolo “Fiore di Cactus”, una commedia con Eleonora Giorgi e Franco Castellano, solo alcuni dei nomi che impreziosiscono una Stagione di Prosa che vedrà sul palcoscenico teramano artisti quali Paola Gassman,Alessandro Gassman, Tullio Solenghi e Maurizio Micheli. Tra gli spettacoli spicca anche l’allestimento del noto musical “Aggiungi un posto a tavola”, per la regia di Enzo Garinei che andrà in scena a marzo per i 60 anni del Sistina. La presentazione della Stagione di Prosa è stata l’occasione colta dal sindaco Brucchi per tornare sull’importanza che riveste per la città la nascita del nuovo teatro adatto a ospitare spettacoli di qualità come quelli proposti dalla Primo Riccitelli. “Stiamo lavorando quotidianamente al nuovo teatro – ha detto il sindaco – la cultura è un terreno fertile su cui abbiamo idee chiare che puntano su offerta sempre più elevata e su una programmazione che abbiamo iniziato a concertare già con la Fondazione Tercas”. Impostato sulla capacità della cultura di autopromuoversi e sull’indotto collegato al settore è stato l’intervento dell’assessore regionale Di Dalmazio che ha sottolineato l’importanza di un cambio interpretativo del sostegno alla cultura. “E’ arrivato il momento di un approccio rivoluzionario che deve nascere sulla qualità, sull’aderenza al territorio, sulla sussidiarietà degli enti finanziatori ma anche sulla capacità di creare una rete culturale – ha dichiarato Di Dalmazio – basta con le risorse destinate a idee ‘usa e getta’. I fondi d’ora in avanti serviranno per finanziare proposte valide. La Stagione di Prosa è stata il frutto di una scelta precisa – ha concluso l’assessore -quella di assecondare la vocazione culturale che ha consentito a Teramo di avere una sua Stagione premiata dalla fedeltà di un pubblico sempre più numeroso”. La conferenza stampa è stata utile per ricordare che campagna abbonamenti inizierà ufficialmente il 28 settembre, e che da quest’anno sarà possibile acquistare on line il biglietto per gli spettacoli attraverso il sito web della Primo Riccitelli.

Leave a Comment