La musica di Enrico Melozzi alla Mostra del Cinema di Venezia

TERAMO – E’ stato il compositore teramano Enrico Melozzi a comporre la colonna sonora del primo film di Adriano Giannini, figlio dell’attore Giancarlo Gianini, la cui pellicola desta grande attesa in questi giorni alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Il corto, 18 minuti girati tra Porto Empedocle e Villaseta, è intitolato “Il gioco”,  e trae spunto dal romanzo “Il gioco della mosca” di Andrea Camilleri. La proiezione della pellicola è in programma mercoledì, alle 17 e 30, nella “Sala Perla” del Palazzo del Cinema al Lido di Venezia. Il regista romano esordiente, tra i migliori doppiatori del momento e famoso attore al fianco dei nomi più importanti del cinema internazionale de calibro di Guy Ritchie, Muccino e Tornatore, ha scelto l’artista teramano per la creazione della colonna sonora originale del suo primo film. Melozzi ha deciso per l’occasione di crare un sound nuovissimo, un incrocio di ritmi e percussioni tribali e contaminati da un orchestra di violoncelli e dalla voce di Elsa Lila.
"Con Adriano Giannini si è subito creato un rapporto strettissimo – ha dichiarato Melozzi – in quanto ci siamo identificati subito l’uno nell’altro. Sono rimasto sbalordito da questa pellicola che mi ha lasciato letteralmente a bocca aperta. Sono felice di essere stato sul set in Sicilia e di poter guardare con i miei occhi il suo lavoro e la sua capacità di dirigere attori-bambini".
Enrico Melozzi firma quindi una nuova pellicola cinematografica di alto livello, confermandosi tra i compositori più giovani e più attivi in Italia tanto che uno speciale magazine del Corriere della Sera dedicato alla Mostra del Cinema di Venezia lo ha definito un "Compositore-Rivelazione".

Leave a Comment