Dalla Caritas 31 milioni di euro per la ricostruzione

L’AQUILA – Sono quasi 31 milioni di euro i fondi a disposizione della Caritas italiana che, dopo il sisma del 6 aprile, ha raccolto donazioni per oltre 25 milioni di euro, a cui si aggiungono i 5 milioni di euro messi a disposizione direttamente dalla Conferenza Episcopale Italiana (Cei). Secondo un primo rendiconto della Caritas, sono stati impiegati fino al mese di agosto un milione 347 mila 683 euro. Per l’emergenza sono stati devoluti 126 mila euro a cui si aggiungono quasi 615 mila per l’accompagnamento e per l’assistenza attiva alla popolazione. Completano il quadro la riabilitazione socio-economica (16 mila euro) e i primi interventi di ricostruzione che arrivano anche a 600 mila euro. Dal primo settembre sono stati definiti 12 interventi prioritari che prevedono un investimento complessivo di oltre 11 milioni di euro per la realizzazione di quattro strutture parrocchiali, tre scuole d’infanzia e primaria, tre centri comunitari e due interventi per l’edilizia sociale ed abitativa. Le strutture per i servizi sociali sono state già realizzate a Coppito, con il Centro Servizi della Caritas Diocesana, alla Torretta con uno spazio ludico ricreativo per minori, a Barisciano con un centro Caritas zonale e a Pettino con una sala studio per studenti universitari. Le scuole dell’infanzia e le scuole primarie saranno consegnate a fine ottobre nei comuni di Fossa e Ocre e nella frazione di Poggio di Roio, con strutture in acciaio legno dal costo complessivo di 6,5 milioni di euro. I centri di comunità
saranno completati a novembre nel comune di Lucoli e nelle frazioni di Bagno e San Giacomo per 1,5 milioni di euro. Previste infine due strutture inquadrate nell’edilizia sociale e abitativa al di fuori del progetto Case nel quartiere di Pettino e nell’area di Preturo per un costo stimato di 2,6 milioni di euro. La fine dei lavori è prevista entro giugno 2010

Leave a Comment